Visualizzazioni totali

domenica 21 settembre 2014

Chit Chat

Buongiorno a tutti! 
Che ne dite di farci quattro chiacchiere?
Ormai questo Chit Chat sta diventando qualcosa, quasi quasi dovrei creare un banner. Che ne dite?

Insomma, come procede la vostra vita?
 La scuola è ormai cominciata e, aimè, il tempo per leggere diventa sempre meno. Già in questa prima settimana sono riuscita a leggere pochissimo!

Parlando di letture...non so se qualcuna di voi l'ha notato ma nella barra laterale è da un po' ormai che Il Marchio di Atena, Noi siamo infinito e Lord of Misrule sono in lettura. In primis ci tenevo a dire che no, in genere non leggo tanti libri insieme, poi volevo informarvi che in realtà sto leggendo anche altri libri, solo che li concludo dopo uno o due giorni quindi non faccio mai in tempo ad aggiornare.

Detto ciò volevo un po' parlarvi della mia ''politica voti'' ovvero il criterio con cui valuto un libro. Per chi segue da un po' il mio blog le mie votazioni potranno sembrare strambe...
In realtà quello che valuto io è la maniera in cui l'autore riesce ad abbracciare e sviluppare la propria storia. Per intenderci, non è necessario -almeno per me- che un libro sia un tomo filosofico per ottenere un voto alto.
Ad esempio tutti conoscerete la mia passione per la saga Lux. Ecco, questa saga non tratta chissà quali argomenti o valori ma ciò che me la fa amare così tanto è il fatto che l'autrice abbia capito cosa aveva per le mani e lo abbia sviluppato nel modo più consono.
Al contrario invece, se avete letto la mia recensione su ''Resta anche domani'', saprete che mi ha deluso. Perchè? Perchè si presenta in maniera molto pretenziosa e colloca i personaggi in una posizione significativamente simbolica nella quale ci si aspetta che vengano fatte riflessioni sulla vita e sulla morte. E queste riflessioni poi non vengono fatte.
Se poi, prendiamo come esempio Colpa delle Stelle, il libro raccontando una storia magnifica riesce anche a farmi pensare, tanto meglio. E' certamente un valore aggiunto.

Volevo poi parlarvi anche della grafica. Mi dispiace molto di non essere capace di creare qualche cosa fighissima come tutte le altre blogger ma ve lo prometto, piano piano imparerò!
Per inciso, se siete delle blogger, avete creato voi i simboli (stelline o altre immagini) che usate per le votazioni di un libro o li avete presi da qualche sito?


Parlando di siti...dove comprate i vostri libri?
Io generalmente compro su Amazon ed Abebooks. Conosco anche The Book Depository e The Book People ma le spese di spedizione son sempre una mazzata!

2 commenti:

  1. Anche per me è così...un libro non deve per forza essere il prossimo grande classico per prendere una votazione alta. A volte si leggono libri leggeri e carini, che non saranno capolavori, ma mi danno proprio quello di cui ho bisogno in quel momento, per me questi libri meritano un voto alto. Forse non saranno poi annoverati nei migliori libri dell'anno, ma è giusto che venga riconosciuto il talento dell'autore nell'esprimere esattamente quello che il lettore sta cercando.
    La grafica è anche un mio problema...non ci capisco nulla:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo assolutamente con quello che hai detto! A volte la bravura di uno scrittore sta anche nello scivere qualcosa di leggero in maniera brillante che non annoi e che prenda sin dalle prime pagine!
      Ehhh la grafica è davvero un tasto dolente! c.c

      Elimina

Ogni commento per me è importantissimo, quindi se vorrete lasciare un segno del vostro passaggio ne sarò più che felice.